Come indirizzare le conoscenze e le competenze motorie verso la salute e il benessere

 

 

La scuola rappresenta un “mondo” in cui l’alunno, prima, e l’allievo, dopo, matura convinzioni,comportamenti e abitudini che lo porta a vivere una più o meno serena vita sociale una volta diventato adulto.

Per indirizzarlo verso una “sana educazione”è necessario che essa approfondisca tre argomenti che sono alla base della formazione della persona:

–  movimento fisico

– alimentazione

– dipendenze

Conoscere e integrare tutti questi temi vuol dire “essere persona fisicamente educata”, persona, cioè, che  “sa” e rispetta innanzitutto se stessa, che “sa fare” mantenendosi in forma, che “sa essere”, valorizzando l’attività fisica e il suo contributo per un corretto stile di vita.

In questo contesto, tra gli apprendimenti promossi attraverso le esperienze motorie e sportive, particolare rilievo assumono le “LIFE SKILLS”che non sono altro che competenze sociali e relazionali che consentono di affrontare in modo efficace i  problemi emergenti nella vita quotidiana e che ci permettono di avere fiducia in noi stessi, di saperci auto valutare, di gestire l’insuccesso, di relazionarci positivamente con gli altri in ambito scolastico e non.

Life skills, quindi, come promozione della salute e come contrasto alle varie forme di disagio.

Il convincimento, poi, che una forma di prevenzione efficace del disagio consista nel promuovere nell’individuo la costruzione della consapevolezza delle proprie capacità,rientra ormai tra i compiti della scuola che comincia a cambiare il senso profondo del suo operato che non riguarda più  la sola istruzione ma l’ascolto dei bisogni individuali.

La nuova scuola,quindi, richiede al docente una  radicale trasformazione professionale che dia vita a un diverso rapporto con gli studenti : il docente diventa mediatore e facilitatore dell’apprendimento, nonché educatore che orienta il processo formativo di cui l’allievo è protagonista.

In questa prospettiva la scuola comincia a riconoscere la promozione della salute come finalità intrinseca a tutto il curricolo formativo, promuovendo la stessa come una condizione di benessere di tutti coloro che vi operano.

Clicca su  U.A.”Competizione collaborativa…e benessere” per visualizzare le mie Unità di Apprendimento.

Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti o CONDIVIDI con i tuoi amici.

Un abbraccio,

Rosalba

©Tutti i diritti  riservati

4 thoughts on “Come indirizzare le conoscenze e le competenze motorie verso la salute e il benessere

  1. Ι like the valuаble information y᧐u provide foг your articles.
    I’ll bookmark your blog and take a look at again гight here
    frequently. I am modеrateⅼy sᥙre I’ⅼl lеarn ⅼots of new stuff right right here!
    Good luck for the next!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *