Grazie a “60lezioni Ed.Fisica” potrai avere un valido supporto per affrontare con efficacia il triennio scolastico della scuola secondaria di primo grado.

In cosa consiste?
Per ogni classe del triennio ho predisposto 4 percorsi formativi (salute e benessere, motorio, espressivo,sportivo) o U.d.A che, partendo dalle Competenze attese, raggiungono i Traguardi suggeriti dalle Indicazioni Nazionali, attraverso dei precisi itinerari didattico-metodologici per un totale di 60 lezioni.


Le lezioni sono inserite in un’ applicazione chiamata  “padlet” e per la loro visualizzazione ti verranno inviati 12 link (4 per ogni classe del triennio) da visualizzare in qualsiasi dispositivo.
60lezioni→4percorsi formativi o U.d.A.→4link”padlet”

60lezioni→4percorsi formativi o U.d.A.→4link”padlet”

60lezioni→4percorsi formativi o U.d.A.→4link”padlet”


Per avere informazioni sulle”60 lezioni Ed.Fisica” scrivi a: inazione.info@gmail.com



Da quando i Programmi scolastici sono stati sostituiti dalle Indicazioni Nazionali, si è cominciato a parlare di “competenza”per indicare una progettualità che considerasse la persona nella sua globalità. Da ciò si deduce che Il fulcro della competenza motoria è l’integrazione di conoscenze (i saperi), di abilità motorie (il saper fare) e di comportamenti (il saper essere) sulla base delle capacità personali.

Per tale motivo per ognuno dei 4 nuclei tematici dell’Ed.Fisica (secondaria di primo grado), ho predisposto un preciso percorso formativo, il cui titolo specifica la finalità dell’area che si va a sviluppare, sviluppando, per ogni anno scolastico, 4 U.D.A. e 60 lezioni.

Nel primo percorso, dal titolo  “Star bene in salute”, che mira ad applicare a se stessi comportamenti di promozione dello “star bene”, ho previsto 9 lezioni.

Nel  secondo,“Alla scoperta del movimento consapevole”, che mira ad acquisire cognizione e coscienza del movimento che si sta vivendo, ho disposto 18 lezioni.

Nel terzo, “ Il linguaggio del movimento”, che mira a valorizzare il movimento come mezzo di interrelazione ed espressione, ho disposto 9 lezioni.

Infine nel quarto, dal titolo “Lo sport insegna”, che mira a praticare i valori dello sport e ad impegnarsi per il bene comune, ho previsto in totale 24 lezioni ( 8 lezioni  x 3 sport)   

Ogni percorso è finalizzato a :

  • dare un ruolo attivo allo studente;
  • realizzare un prodotto;
  • integrare abilità operative e cognitive;
  • utilizzare le conoscenze teoriche per lo svolgimento di attività pratiche;
  • sviluppare forme concrete di collaborazione

Per avere informazioni sulle mie 60 lezioni inerenti le UdA realizzate per le singole classi della scuola secondaria di primo grado scrivi al seguente indirizzo e-mail:” inazione.info@gmail.com”

Guarda l’anteprima su→ https://documentcloud.adobe.com/link/review?uri=urn:aaid:scds:US:eb8f0f5a-632a-4ad8-a6a2-46be63cd7232

Tengo a precisare che le risorse digitali utilizzate per lo sviluppo delle attività e dei contenuti si possono cambiare in base ad una scelta personale. Secondo la mia impostazione, prima ho visionato le proposte didattiche dei diversi testi e in particolare di quello che ho adottato, poi ho selezionato quelle che ho ritenuto più adatte all’attività didattica che dovevo svolgere, infine, ho aggiunto, ove necessario, altre risorse trovate su internet o prodotte da me stessa.

Un abbraccio,

Rosalba Cavarretta

Benvenuti a tutti,

io sono Rosalba Cavarretta, insegno Educazione fisica da più di vent’anni nella scuola secondaria di primo grado, sono autrice del libro in@zione che riguarda la programmazione della scuola secondaria e del sito -web inazione.info che contiene vari approfondimenti riguardanti l’Ed.Fisica.

Da sempre amante dell’innovazione nel campo dell’insegnamento, ho voluto mettere al servizio di chi vorrà, la mia esperienza in materia di progettazione educativa-didattica, finalizzata a garantire ad ogni studente la possibilità di poter esprimere se stesso attraverso le proprie potenzialità.

Nello specifico ti propongo 60 attività, da svolgere durante tutto l’anno scolastico, racchiuse in 4 “Padlet” per classe (prima, seconda,terza), corrispondenti ai 4 percorsi formativi (motorio-sportivo-espressivo-salute e benessere), da integrare con il mio percorso programmazione dal titolo →Dal curricolo alla progettazione disciplinare, allo sviluppo delle Unità di Apprendimento dove, attraverso delle video-lezioni, ti illustrerò la mia esperienza di come ho organizzato il curricolo generale, da cui scaturiscono le progettazioni che si calano nelle singole classi e come queste progettazioni si trasformano in Unità di Apprendimento (U.d.A.)


Per avere informazioni sulle mie U.d.A. e relative video-lezioni, puoi scrivere al seguente indirizzo e-mail: “inazione.info@gmail.com”

Un cordiale saluto, Rosalba

Come già detto, l’introduzione della didattica a distanza, imposta dall’emergenza coronavirus,ha modificato in maniera significativa la metodologia didattico-educativa dell’insegnamento che ha inciso molto sul nuovo modo di apprendere e di “fare scuola” con le TIC. E’ cambiato l’ambiente di apprendimento ma non l’obiettivo degli insegnanti che è rimasto, comunque, quello di far acquisire conoscenze e sviluppare abilità e competenze.

Per tale motivo, ho voluto rivedere il mio curricolo 2020, integrando la didattica in presenza con quella digitale (DDI), anche perché l’Educazione fisica, proprio per la peculiarità dei suoi nuclei tematici, si presta molto ad una simile integrazione.

Partendo dai nuclei fondanti della disciplina e facendo riferimento alle Indicazioni Nazionali del 2012, ho individuato per ognuno di essi:

1. le Nuove Competenze chiave europee

2. il Profilo delle competenze dello studente 

3. i Traguardi per lo sviluppo delle competenze 

4. gli Obiettivi disciplinari di apprendimento

Di seguito il link per visualizzare il mio articolo “Curricolo 2020: verso la progettazione integrata” →http://www.inazione.info/2020/09/06/curricolo-2020-verso-la-progettazione-integrata

Da questo format sono scaturite le progettazioni delle mie U.d.A., per ogni singola classe della scuola secondaria di primo grado.

Di seguito il link per visualizzare il mio articolo “Come organizzare la progettazione integrata per competenze”

http://www.inazione.info/2020/09/26/educazione-fisica-come-organizzare-la-progettazione-integrata-per-competenze/

Ma come integrare le tecnologie digitali nel processo di apprendimento? 

Per tale scopo ho ritenuto opportuno introdurre le cosiddette “metodologie attive”, (multimediali, laboratoriali, metacognitive) per meglio mettere l’alunno al centro del processo di apprendimento, stimolando la sua creatività e il suo senso di iniziativa.

Ho scelto tutte quelle forme metodologiche maggiormente applicabili nel contesto delle nuove pratiche d’aula, come l’utilizzo della classe virtuale, dei software didattici e dei laboratori formativi. 

In tale contesto, gli strumenti digitali da utilizzare sono molteplici e si avvalgono di applicazioni web per creare documenti, presentazioni, blog, ecc. oppure siti web informativi per il supporto scolastico.

Infine ho predisposto, per ognuno dei 4 nuclei tematici, un preciso percorso formativo, il cui titolo specifica la finalità dell’area che si va a sviluppare.

Al suo interno ho integrato le attività da svolgere in presenza con quelle da svolgere online, per un totale di 60 lezioni per classe.

Nel primo percorso, dal titolo  “Star bene in salute”, che mira ad applicare a se stessi comportamenti di promozione dello “star bene”, ho previsto 9 lezioni.

Nel  secondo,“Alla scoperta del movimento consapevole”, che mira ad acquisire cognizione e coscienza del movimento che si sta vivendo, ho disposto 18 lezioni.

Nel terzo, “ Il linguaggio del movimento”, che mira a valorizzare il movimento come mezzo di interrelazione ed espressione, ho disposto 9 lezioni.

Infine nel quarto, dal titolo “Lo sport insegna”, che mira a praticare i valori dello sport e ad impegnarsi per il bene comune, ho previsto in totale 24 lezioni ( 8 lezioni  x 3 sport)   

Ogni percorso è finalizzato a :

  • dare un ruolo attivo allo studente;
  • realizzare un prodotto;
  • integrare abilità operative e cognitive;
  • utilizzare le conoscenze teoriche per lo svolgimento di attività pratiche;
  • sviluppare forme concrete di collaborazione

A conclusione del percorso, come le linee guida ricordano, “la valutazione formativa terrà conto della qualità dei processi attivati, della disponibilità ad apprendere, a lavorare in gruppo, dell’autonomia, della responsabilità personale e sociale e del processo di autovalutazione”.

L’integrazione tra le lezioni online e le lezioni in presenza si prestano ad essere utilizzate nei diversi possibili scenari:

  1. si svolge la lezione in classe e si attiva come potenziamento della didattica in presenza;
  2. si attua una didattica mista;
  3. si svolge la lezione online.

La presentazione delle attività avviene utilizzando dei “Padlet” che mi permettono di creare e condividere delle bacheche virtuali con i miei alunni grazie ad un link generato che posso inserire nella classe virtuale (classroom/ lavori del corso/crea compito). Alla fine di ogni attività si trovano delle verifiche create con Google moduli o con App (tipo Learning Apps.org) che vengono restituite direttamente nel compito creato all’interno del corso (classroom). 

Le 60 attività inerenti le UdA realizzate per le singole classi della scuola secondaria di primo grado si possono avere scrivendo al seguente indirizzo mail: inazione.info@gmail.com

Guarda l’anteprima su https://documentcloud.adobe.com/link/review?uri=urn:aaid:scds:US:eb8f0f5a-632a-4ad8-a6a2-46be63cd7232

Tengo a precisare che le risorse digitali utilizzati per lo sviluppo delle attività e dei contenuti si possono cambiare in base ad una scelta personale. Secondo la mia impostazione, prima ho visionato le proposte didattiche dei diversi testi e in particolare di quello che ho adottato, poi ho selezionato quelle che ho ritenuto più adatte all’attività didattica che dovevo svolgere, infine, ho aggiunto, ove necessario, altre risorse trovate su internet o prodotte da me stessa.

Un abbraccio, Rosalba Cavarretta

Illustration by Freepik Stories

Come abbiamo visto nel mio precedente articolo “Curricolo 2020: verso la progettazione integrata”, l’attuale emergenza coronavirus, le continue innovazioni delle TIC, gli ultimi provvedimenti normativi (linee guida per la didattica digitale integrata),hanno portato a rapidi cambiamenti nei processi didattici della scuola. 

Condivido la tesi di alcuni studiosi che, quella della didattica mista,“rappresenta una soluzione di apprendimento flessibile, in quanto facilmente personalizzabile e facilmente accessibile perché permette un’ampia serie di applicazioni e processi formativi quali il computer based learning, web based learning e aule virtuali. Nel web 2.0, per esempio, l’informazione non è più solo letta ma può essere creata, condivisa e riusata ”. 

In questa prospettiva, l’insegnante stimola e incentiva il processo formativo, dove le attività non sono basate sull’apprendimento dei contenuti predeterminati ma sulla costruzione degli stessi. 

Vediamo ora come queste innovazioni possono essere inserite nella nostra progettazione!

Innanzitutto quando si parla di Educazione fisica, non si possono trascurare gli aspetti conoscitivi ed emotivi che concorrono alla buona riuscita della performance dell’allievo e al suo benessere psico-fisico. E’ necessario, dunque, oltre ad allenare le capacità fisiche e motorie, rendere i ragazzi consapevoli dei processi che stanno alla base di quanto stanno svolgendo e dei vantaggi che si possono ottenere praticando attività fisica.

Nella progettazione delle mie U.d.A., rifacendomi all’esperienza, per me, positiva della didattica a distanza, ho ritenuto opportuno introdurre le cosiddette “metodologie attive”, (multimediale, laboratoriale, metacognitive) per meglio mettere l’alunno al centro del processo di apprendimento, sollecitandolo nella sua creatività e nel suo senso di iniziativa. 

A tal proposito ho predisposto, per ognuno dei 4 nuclei tematici, un preciso percorso formativo, il cui titolo specifica la finalità dell’area. 

Al suo interno ho integrato le attività da svolgere in presenza con quelle da svolgere online per un totale di 60 lezioni.

Nel primo percorso, dal titolo  “Star bene in salute”, che mira ad applicare a se stessi comportamenti di promozione dello “star bene”, ho previsto 6 lezioni + 3 ore dedicate alle verifiche.

Nel  secondo,“Alla scoperta del movimento consapevole”, che mira ad acquisire cognizione e coscienza del movimento che si sta vivendo, ho disposto 15 lezioni + 3 ore dedicate alle verifiche.

Nel terzo, “ Il linguaggio del movimento”, che mira a valorizzare il movimento come mezzo di interrelazione ed espressione, ho disposto 6 lezioni + 3 ore dedicate alle verifiche.

Infine nel quarto, dal titolo “Lo sport insegna”, che mira a praticare i valori dello sport e ad impegnarsi per il bene comune, ho previsto in totale 21 lezioni (7 x 3 sport)  + 3 ore dedicate alle verifiche.

Ogni percorso è finalizzato a :

  • dare un ruolo attivo allo studente;
  • realizzare un prodotto;
  • integrare abilità operative e cognitive;
  • utilizzare le conoscenze teoriche per lo svolgimento di attività pratiche;
  • sviluppare forme concrete di collaborazione

Nella didattica multimediale trovano spazio diverse tecniche di conduzione della classe quali la “flipped classroom” (prevede lo studio della lezione a casa, che poi viene discussa e messa in pratica a scuola); il cooperative learning (gli studenti lavorano in piccoli gruppi per attività di apprendimento e ricevono valutazioni in base ai risultati conseguiti); ; il mastery learning (si basa sulla convinzione che tutti possano raggiungere adeguati livelli di apprendimento, indipendentemente dalle capacità possedute. I percorsi programmati rispettano il tempo di apprendimento di ogni discente e sono accuratamente personalizzati ), il project based learning (fondato su progetti che nascono da problemi reali per la risoluzione dei quali collaborano tutti gli studenti coinvolti).

Gli strumenti digitali da utilizzare sono molteplici e si avvarranno di  applicazioni web per creare documenti, presentazioni, blog, ecc. oppure siti web informativi per il supporto scolastico.

Con la didattica laboratoriale gli studenti lavorano con i contenuti per generare un prodotto. Per esempio è possibile attivare laboratori sportivi per fare esaltare i valori dello sport come pratiche educative e laboratori espressivi per la realizzazione di spettacoli teatrali.

Infine, nella didattica metacognitiva lo studente è spinto a riflettere su cosa e come sta imparando e quali sono le motivazioni che lo portano ad impegnarsi per apprendere. 

Le strategie più utilizzate, a tale scopo, sono quelle di:

  • selezionare, organizzare, ripetere, elaborare le informazioni più importanti.

A conclusione del percorso, come le linee guida ricordano, “la valutazione formativa terrà  conto della qualità dei processi attivati, della disponibilità ad apprendere, a lavorare in gruppo, dell’autonomia, della responsabilità personale e sociale e del processo di autovalutazione”.

L’integrazione tra le lezioni online e le lezioni in presenza si prestano ad essere utilizzate nei tre possibili scenari che possono accadere in questo anno scolastico:

  1. si ritorna in classe normalmente e si attivano come potenziamento della didattica in presenza;
  2. si attua una didattica mista;
  3. viene sospesa la didattica in presenza.

Clicca il link di seguito per visualizzare la mia progettazione integrata distinta per classi e ti ricordo che da settembre potrai avere le attività da me proposte, che ti accompagneranno fino alla fine dell’anno scolastico, scrivendo alla mail: inazione.info@gmail.com

Progettazione integrata classe prima https://documentcloud.adobe.com/link/review?uri=urn:aaid:scds:US:0401cfe0-c487-45fe-b838-233496dae4d8 

Progettazione integrata classe seconda https://documentcloud.adobe.com/link/review?uri=urn:aaid:scds:US:f7d4c404-43f5-4066-966d-9711b99e214c 

Progettazione integrata classe terza https://documentcloud.adobe.com/link/review?uri=urn:aaid:scds:US:6510f07a-5dab-4481-be18-13a8e8ab2681 

Un abbraccio, Rosalba Cavarretta

L’introduzione della didattica a distanza, imposta dall’emergenza coronavirus,ha modificato in maniera significativa la metodologia didattico-educativa dell’insegnamento che ha inciso molto sul nuovo modo di apprendere e di “fare scuola” con le TIC.

E’ cambiato l’ambiente di apprendimento ma non l’obiettivo degli insegnanti che è rimasto, comunque, quello di far acquisire conoscenze e sviluppare abilità e competenze.

Pur ritenendo fermamente che andrebbe privilegiata la presenza a scuola di allievi e docenti, forte della mia esperienza positiva, ho voluto impostare il mio curricolo 2020, integrando la didattica in presenza con quella digitale (DDI), anche perché l’Educazione fisica, proprio per la peculiarità dei suoi nuclei tematici, si presta molto ad una simile integrazione.

Partendo dai nuclei fondanti della disciplina e facendo riferimento alle Indicazioni Nazionali del 2012, che costituiscono il punto di riferimento di ogni docente per la progettazione didattica, ho individuato per ognuno di essi:

1. le Competenze chiave europee: sono quelle definite dal Consiglio europeo nel 2018, di cui tutti abbiamo bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali, l’occupabilità, l’inclusione sociale, uno stile di vita sostenibile, una gestione della vita attenta alla salute e la cittadinanza attiva. Esse si sviluppano in una prospettiva di apprendimento permanente, dalla prima infanzia a tutta la vita adulta. Tali competenze sono promosse nell’ambito di tutte le attività di apprendimento, utilizzando e finalizzando opportunamente i contributi che ciascuna disciplina offre. 

2. il Profilo delle competenze dello studente al termine del primo ciclo d’istruzione: è la descrizione delle competenze che lo studente deve dimostrare di possedere al termine del primo ciclo di istruzione, frutto di una continuità educativa e formativa.

3.i Traguardi per lo sviluppo delle competenze, da raggiungere in uscita nei tre ordini di scuola: aiutano gli insegnanti a finalizzare l’azione educativa.

4. gli  Obiettivi disciplinari di apprendimento, distinti per classe: individuano le conoscenze e le abilità ritenuti indispensabili per il raggiungimento delle specifiche competenze attese.

I traguardi e gli obiettivi disciplinari di apprendimento sono quelli finali che poi verranno selezionati e distinti per classe nelle progettazioni del percorso formativo. Qui saranno specificati anche i contenuti, le attività, le metodologie, i mezzi, gli strumenti, le verifiche e la valutazione. 

Clicca il link di seguito per visualizzare il mio format di curricolo 2020: verso la progettazione integrata.

https://documentcloud.adobe.com/link/review?uri=urn:aaid:scds:US:7a10c12d-0265-4f36-ac0f-67dc4d0f1748

Nel prossimo articolo saranno inserite le progettazioni dei percorsi formativi (U.d.A.),distinte per classe.

Un abbraccio, Rosalba

  1. Apri il link allegato
  2. Trovi tre documenti su cui sarà possibile condividere le tue idee con la classe (braingstorming) riguardo i tre percorsi appena conclusi. Percorso valoriale (sport e olimpiadi) →rispondi al quesito: quali sono i valori dello sport? →esprimi la tua idea inserendo una parola. Percorso benessere →rispondi al quesito: cosa vuol dire benessere? →esprimi il tuo pensiero inserendo una parola. Percorso comunicativo-espressivo (esercizi fisici )→rifletti : cosa puoi comunicare con il corpo? →esprimi il tuo pensiero inserendo una parola.
  3. Crea il tuo prodotto su uno dei tre percorsi e partecipa alla sfida!

https://it.padlet.com/cavarretta/k7dumvf7naqc3wbh

Istruzioni attività n.5

Classi prime

1. Apri il link allegato.

2. Trovi tre colonne cosi distinte: “sport e olimpiadi”, “percorso benessere”, “esercizi per allenarsi a casa” .

3. Ogni colonna comprende un’attività:

– nella colonna “sport e olimpiadi” (scorrendo verso il basso) c’è un breve testo ; a seguire un modulo interattivo “il milionario” da completare ; per finire un link informativo sulle olimpiadi.

– nella colonna “percorso benessere” c’è una breve lettura, a seguire un modulo interattivo da compilare (crucipuzzle).

-nella colonna “esercizi per allenarsi a casa” vengono indicati degli esempi per imparare a costruire sequenze coreografiche da abbinare alla musica.

Classe prima→
https://it.padlet.com/cavarretta/jpl59q7rowibbw4

Classi seconde e terze

1. Apri il link allegato.

2. Trovi tre colonne cosi distinte: “sport e olimpiadi”, “percorso benessere”, “esercizi per allenarsi a casa” .

3. Ogni colonna comprende un’attività:

– nella colonna “sport e olimpiadi” (scorrendo verso il basso) trovi le indicazioni per creare una slide all’interno di un power point collaborativo condiviso con i compagni di scuola.

– nella colonna “percorso benessere” c’è una breve lettura, a seguire un modulo interattivo da compilare.

-nella colonna “esercizi per allenarsi a casa” vengono indicati degli esempi per imparare a costruire sequenze coreografiche da abbinare alla musica.

Classe seconda →
https://it.padlet.com/cavarretta/5me4t7pge5p8ko03

Classe terza→
https://it.padlet.com/cavarretta/7vo934jxcnm88m3

Istruzioni attività n.4

  1. Apri il link allegato.
  2. Trovi tre colonne cosi distinte: “sport e olimpiadi”, “percorso benessere”, “esercizi per allenarsi a casa” .
  3. Ogni colonna comprende un’attività:
  • nella colonna “sport e olimpiadi” (scorrendo verso il basso) c’è un breve testo ; a seguire un modulo interattivo giocoso da completare, e per finire un link informativo sulle olimpiadi.
  • nella colonna “percorso benessere” c’è una breve lettura, a seguire un modulo interattivo giocoso da compilare.
    -nella colonna “esercizi per allenarsi a casa” vengono indicati gli esercizi fisici per mantenersi in movimento e un’ eventuale testimonianza dell’attività svolta attraverso foto da inviare.

Buon lavoro!

Classe prima →
https://it.padlet.com/cavarretta/mbhqevysfdg9o70j

Classe seconda →
https://it.padlet.com/cavarretta/y74j6qy154wp0fns

Classe terza →
https://it.padlet.com/cavarretta/ik04ksdvs3f5z8e7

Istruzioni attività n.3 (contiene nuovi moduli giocosi interattivi)

  1. Apri il link allegato.
  2. Trovi tre colonne cosi distinte: “sport e olimpiadi”, “percorso benessere”, “esercizi per allenarsi a casa” .
  3. Ogni colonna comprende un’attività:
  • nella colonna “sport e olimpiadi” (scorrendo verso il basso) c’è un breve testo , a seguire un modulo interattivo giocoso da completare e per finire un link informativo sulle olimpiadi.
  • nella colonna “percorso benessere” c’è una breve lettura, a seguire un modulo interattivo giocoso da compilare.
  • nella colonna “esercizi per allenarsi a casa” vengono indicati gli esercizi fisici per mantenersi in forma .

Buon Lavoro!

Classe prima →
https://it.padlet.com/cavarretta/vjbs92sbo4xsyi3y

Classe seconda→
https://it.padlet.com/cavarretta/te4quwon919cd3hq

Classe terza →
https://it.padlet.com/cavarretta/bk05xpv6lonn6fwc